Il piede piatto: caratteristiche e terapia

piede piatto

Il piede piatto è caratterizzato dalla riduzione dell’arco plantare e dal conseguente aumento della superficie d’appoggio della pianta del piede. Il Dott. Andrea Scala esegue l’intervento chirurgico del piede piatto con lo scopo di ricostruire l’arco interno del piede e sollevarlo dal crollo che ha subito. Il piede piatto può essere corretto immediatamente!

Descrizione del piede piatto

Il piede piatto dellinfanzia è caratterizzato dalla riduzione dell’arco plantare e dal conseguente aumento della superficie d’appoggio della pianta del piede. Il Dott. Andrea Scala esegue l’intervento chirurgico del piede piatto, in modo da correggere subito il difetto.

Il piede piatto del giovane adulto è caratterizzato dalla riduzione dell’arco plantare e dalla deviazione in valgo del calcagno. E’ troppo tardi impiantare la speciale vite dei bambini e si deve ricorrere ad osteotomie accuratamente pianificate che ricostruiscono l’arco del piede e allineano il calcagno. L’intervento è l’unico modo per prevenire la degenerazione artrosica delle articolazioni e mantenere l’elasticità del passo.

Il piede piatto dellanziano è caratterizzato dalla riduzione dell’arco plantare, dalla deviazione in valgo del calcagno. Il piede è molto doloroso e il dolore è causato dalla degenerazione artrosica delle articolazioni. Le articolazioni malate vengono pulite e vengono stabilizzate in posizione corretta. Si ripristina l’arco del piede e la deambulazione riprende senza dolore.

Come evolve il piede piatto-valgo-pronato?

L’adulto con il piede valgo pronato deambula abbastanza correttamente e pratica normalmente l’attività sportiva. Il dismorfismo diventa una patologia. Il piede, ad un certo punto si aggrava e, quel che è peggio, diventa doloroso.

Quando manca meccanismo frenante che impedisce il cedimento dell’arco del piede, costituito dalla capsula articolare e dai legamenti il piede crolla. Il tendine Tibiale Posteriore viene coinvolto nel cedimento dell’arco interno e si infiamma e il piede diventa molto dolente.

Uno sforzo fuori dell’ordinario come il trasporto di pesi, una lunga camminata, affrontare un terreno sconnesso, una corsa prolungata, un allenamento od una competizione sportiva più intensi del solito, possono essere causa di questo disformismo.

Lo scopo dell’intervento chirurgico del piede piatto è di ricostruire l’arco interno del piede, sollevarlo dal crollo che ha subito.

Il calcagno viene riallineato e viene corretta la sua deviazione laterale.

La postura: dolorosa se da piede pronato

Il piede piatto dolente appare più coricato verso l’interno (pronato) rispetto al solito. La deambulazione sbilanciata da un lato si ripercuote negativamente sulla colonna vertebrale. La foto mostra l’arto sano (linea verde) e il piede valgo pronato (linea rossa spezzata). La foto del paziente mostra la differenza tra arto sano (linea verde) e arto valgo pronato inea rossa spezzata).

Sintomatologia dolorosa

La parte interna del piede in corrispondenza del malleolo tibiale mediale si gonfia.

Nella gamba il dolore si presenta dietro il malleolo mediale, accompagnato da un fastidioso gonfiore che non va via nemmeno con il riposo. Il dolore prosegue verso l’alto, sul polpaccio. Alle volte il dolore è laterale.

Il piede piatto può essere corretto immediatamente, con risultati tangibili e con un pronto recupero delle funzioni motorie. Scopri come intervenire grazie al Dottor Scala.